PneumologiaNews.net


News

Nintedanib nella fibrosi polmonare idiopatica

Nintedanib ( Ofev ) è un farmaco per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica; agisce indipendentemente dalla gravità della malattia e garantisce un’aspettativa di vita più lunga e qualitativamente migliore.

Nintedanib è un inibitore delle tirosin-chinasi ( TKI ), che ha come bersaglio tre recettori dei fattori di crescita potenzialmente coinvolti nella patogenesi delle fibrosi polmonare idiopatica: il recettore del fattore di crescita endoteliare vascolare ( VEGFR ), il recettore del fattore di crescita fibroblastico ( FGFR ) e il recettore del fattore di crescita derivato dalle piastrine ( PDGFR ).

Le potenzialità di utilizzo di Nintedanib sono state dimostrate da due studi registrativi, INPULSIS 1 e INPULSIS 2, che hanno coinvolto oltre 1.000 pazienti e che hanno dimostrato l’efficacia del farmaco nel rallentare l’evoluzione della malattia, riducendo del 50% il declino della funzionalità polmonare.
Gli studi hanno anche dimostrato la capacità di Nintedanib di ridurre del 47% il rischio di esacerbazioni acute della malattia, eventi clinici di tale gravità da essere spesso fatali.

Una peculiarità di Nintedanib è quella di poter trattare pazienti con la malattia ancora in una fase precoce ( con capacità vitale forzata al momento della diagnosi superiore al 90% ) dove, probabilmente, intervenendo in modo tempestivo, si può ottenere un miglioramento della prognosi.
Inoltre, il farmaco è anche adatto ai pazienti gravi ( con una capacità di diffusione polmonare ridotta fino al 30% ).
Nintedanib può essere somministrato a pazienti di età superiore agli 80 anni».

Nintedanib ha anche dimostrato di essere efficace anche nei pazienti che alla diagnosi si presentavano con concomitanza di fibrosi polmonare idiopatica ed enfisema, associazione tutt’altro che rara, essendo i pazienti, in genere, ex forti fumatori.

Gli eventi avversi più comuni osservati con Nintedanib sono di tipo gastrointestinale facilmente gestibili ( meno del 5% dei pazienti ha interrotto il trattamento per tale motivo durante gli studi registrativi ).

La posologia di Nintedanib è semplice ( 1 capsula 2 volte al giorno ) e non richiede alcuna titolazione. ( Xagena News )

Fonte: Boehringer Ingelheim, 2016